Author Archives: elianto

RADIO CHOURMO

REC_radio_chourmo

Link alla radio ospitata sul sito di Officine di Resistenza.

Qui sotto una selezione dei podcast in collaborazione con Elianto!

• PRIMO CAFFE’ PEDAGOGICO del 15 febbraio 2014

(vedi articolo su O.d.R.)

 

• INTERVISTA A MANTEGAZZA del 7 marzo 2014

(vedi articolo su O.d.R.)

 

• INTERVISTA A SILVIA MARIA MANFREDI del 13 giugno 2014

 

IX FORUM INTERNAZIONALE PAULO FREIRE: Torino 17-20 settembre 2014

MERCOLEDI’ 17 SETTEMBRE

 

GIOVEDI’ 18 SETTEMBRE (mattino)

INTERVENTI ALL’INTERNO DEL GRUPPO “MOVIMENTI SOCIALI E POLITICA”

GIOVEDI’ 18 SETTEMBRE (pomeriggio)

 GRUPPO LAVORO SOCIO-EDUCATIVO CON L’INFANZIA

VENERDI’ 19 SETTEMBRE (mattino)

TEMA:“EDUCARE ALL’EMANCIPAZIONE SULLE TRACCE DEL PENSIERO FREIRIANO” (coming soon)

TEMA: “EDUCARE NEL CONFLITTO” (coming soon)

VENERDI’ 19 SETTEMBRE (pomeriggio)

INTERVENTI ALL’INTERNO DEL GRUPPO “EDUCARE ED EMANCIPARSI TRA ARTE E COMUNICAZIONE ESISTENZIALE”  (coming soon)

SABATO 20 SETTEMBRE (giornata conclusiva del Forum)

INTERVENTI SUL TEMAGIUSTIZIA SOCIALE E BENI COMUNI IN UNA PROSPETTIVA PLANETARIA” (dialogano Luigi Ciotti, Agnes Heller, Moacir Gadotti. Modera Giovanni Bianchi)

 

CONFLITTI

  • Nell’era in cui il mezzo di comunicazione è passato da strumento (che facilita e estende la comunicazione) a vero e proprio Soggetto, quale forma di relazione tra soggetti umani è ancora possibile?
  • L’interesse per il mezzo, con l’alibi di questa sua astuta dissimulazione (pensarsi come ragione di fine, e presentarsi razionalmente come medium, appunto), ha enormemente ingigantito la sua sovranità sui contenuti; elegantemente “alleggerita” dai contenuti, la comunicazione è ancora tale?
  • Quanto l’essere sempre connessi, interattivi, senza silenzi, senza riflessività, senza fermentazioni contribuisce a “svalutare” l’impresa umana dei conflitti licenziandola molto prima che qualcuno possa intraprenderla?
  • E’ possibile conciliare la bellezza di una impresa comune (per la città, per l’educazione, per la politica) e la dinamica dei conflitti?
  • E’ “realistico” sperare che comunicazione-contenuto-conflitto siano la figura unitaria e legittima della “normale” convivenza  fra umani? 

POTERE

  • Educatore/potere: quale relazione?
  • L’educazione è ancora un potere?
  • Quale potere? Per quale politica? Per quale società?
  • Se il potere è uno degli elementi dell’educazione chi lo agisce e come? 

 

SPAZI

  • Lo spazio ha un ruolo nelle relazioni educative?
  • Come è possibile passare dalla concezione di spazio a una concezione di ambiente?
  • Se l’ambiente è un fattore educativo, quali sono gli elementi più gravi che influenzano negativamente il vivere comunitario?
  • In che modo, l’aver considerato l’ambiente soltanto come spazio ha ridotto l’agire educativo ad una mera gestione funzionale?

BENI COMUNI

  • Che cosa sono i beni comuni?
  • L’educazione è un bene comune?
  • Possono gli studi, le riflessioni e le lotte sui beni comuni essere prese a modello per una nuova metodologia di riappropriazione sociale dei temi della vita?
  • Esiste la possibilità di costruire un nuovo mondo partendo dal “basso”, collegandosi ad una prospettiva pedagogica e politica radicalmente alternativa?